martedì 11 giugno 2013

rivoluzione del gas di scisto

Lo scisto bituminoso, come dice il termine stesso, sono sedimenti particolarmente ricchi di bitume da cui, attraverso procedimenti chimici molto complessi come la pirolisi, l'idrogenazione o la dissoluzione termica, è possibile estrarre petrolio. Questi procedimenti, antieconomici fino a pochi anni fa, stanno diventando sempre più vantaggiosi a causa dell'aumento del prezzo del greggio e grazie al miglioramento delle tecnologie estrattive.
Le riserve di scisto bituminoso sarebbero inoltre molto ingenti. Secondo una ricerca del Dipartimento dell'Energia statunitense, infatti, le riserve "tecnicamente" estraibili di scisto bituminoso a livello mondiale si attesterebbero intorno ai 345 miliardi di barili ovvero circa il 10% delle riserve mondiali di greggio. Secondo il report, le attuali riserve stimate coprirebbero la domanda mondiale di petrolio per 10 anni e mezzo calcolando una media di consumi pari a 90 milioni di barili al giorno.


Read more: http://it.ibtimes.com/articles/50599/20130611/petrolio-energia-scisto-bituminoso-rivoluzione-rinnovabili-fonti.htm#ixzz2Vw3Q2xs5